• Italia

      • geodemos

      • mondo

      • migrazioni e stranieri

      • famiglie fecondità e welfare

      • anziani, salute e mortalità

      • giovani, istruzione e lavoro

      • Geodemografia 2019. Quindici scritti per meglio comprendere il mondo

      • I suoi primi quarant’anni. L’aborto ai tempi della 194

      • Verso la metà del secolo: un’Italia più piccola?

      • “L’Ospite inatteso” il nuovo e-book di Neodemos

      • I tre giganti, Cina India e Stati Uniti

      • tutte le pubblicazioni

15 scritti per meglio comprendere il Mondo: un nuovo e-book di Neodemos

Neodemos
nuovo e-book di Neodemos

Geodemografia 2019, il nuovo e-book di Neodemos, contiene 15 contributi che fanno il punto sulle relazioni tra popolazione, politica e società in diverse parti del Mondo. Il pianeta raggiungerà tra qualche anno gli 8 miliardi di abitanti, e le profonde disuguaglianze economiche e sociali che lo percorrono si riflettono nella grande diversità dei sistemi demografici dei paesi e delle regioni, con rilevanti conseguenze di natura politica.

Siamo all’inizio della terza decade del secondo millennio, in viaggio verso l’ottavo miliardo di persone sul pianeta, un traguardo che dovrebbe essere raggiunto nel 2023. Nell’anno trascorso, alla già numerosa popola-zione del mondo (ormai oltre la soglia dei sette miliardi e mezzo) si sono aggiunte 81 milioni di persone, di cui 33 in Africa e 44 in Asia; sono nati 141 milioni di bambini, e i 60 milioni che sono morti hanno vissuto un po’ più a lungo rispetto a chi li aveva preceduti. Nei consistenti e disordi-nati flussi migratori, sono aumentati gli spostamenti forzati dei rifugiati, e si sono stretti i freni all’entrata dei migranti in molte regioni del globo. Un’inattesa epidemia è sorta nel paese più popoloso del mondo. La demo-grafia proietta sul Mondo le grandi disuguaglianze tra paesi e regioni, e i crescenti legami tra paesi e culture non generano per ora apprezzabili con-vergenze dei fenomeni demografici: il numero medio di figli per donna in Niger approssima sette, nella Corea del Sud supera di poco uno; le donne giapponesi vivono trent’anni in più delle nigeriane. Nel quinquennio ap-pena concluso la popolazione dell’Uganda è cresciuta al ritmo strepitoso del 3,6% l’anno, quella di Porto Rico è diminuita con un ritmo analogo. È in questo contesto turbolento e disuguale che si colloca l’edizione 2019 di “Geodemografia”, il secondo e-book che raduna i contenuti della rubrica Geodemos, frutto della collaborazione tra Neodemos e Limes. Sono gli articoli pubblicati nel 2019 dalle due testate online, con diversi formati ma contenuti sovrapponibili. Essi trattano argomenti assai diversi, selezionati tra i molti che caratterizzano la contemporaneità, e offrono spunti utili di riflessione per i cultori della Geopolitica.

image_pdfimage_print