Popolazione mondiale:

Popolazione italiana:

Giovani (0-19 anni):

Anziani (60+ anni)
Non ci sono più i matrimoni di una volta? Frequenza e caratteristiche delle separazioni in Italia

21 Gennaio 2022

Antonella Guarneri, Francesca Rinesi, Romina Fraboni, Alessandra De Rose

Guarda il demometro: ma allora siamo otto miliardi?

Ieri, mercoledì 19 gennaio, alle 15, la popolazione mondiale ha toccato gli 8 miliardi. Lo dice il demometro di Neodemos. Ovviamente, i responsabili dell’ufficio statistico delle Nazioni Unite potrebbero replicare ... Leggi

Io eredito, tu erediti… egli eredita?*

L’accelerazione dei processi di mutamento e di differenziazione sociale, l’emergere di forme familiari non tradizionali e il consolidarsi di principi quali l’uguaglianza delle opportunità e l’attribuzione delle risorse secondo criteri ... Leggi

Minor contribution of migration to urbanization in low- and middle-income countries

In contrasto con l’opinione prevalente che l’emigrazione dalle aree rurali sia il fattore prevalente dell’urbanizzazione, Ashira Menashe-Oren e Philippe Bocquier argomentano che il ruolo dell’immigrazione nei processi di urbanizzazione dei paesi ... Leggi

Il Decreto flussi e la gestione dell’immigrazione per lavoro

Il Decreto flussi firmato poco prima della fine dall’anno dal Presidente del Consiglio segna un netto aumento degli ingressi autorizzati per motivi di lavoro. Resta però da chiedersi se quello ... Leggi

Han Chinese population shares in Tibet: early insights from the 2020 census of China*

The early results of the 2020 Census of the People’s Republic of China shed light on the highly politicised issue of Han Chinese population shares in the Tibetan areas of ... Leggi

L’Italia, la popolazione e la forbice europea

Una settimana ricca di notizie d’interesse demografico quella che oggi si chiude. I dati resi noti dall’Istat nei giorni scorsi, relativi alle nascite nel 2020 e alla popolazione residente, confermano ... Leggi

TUTTI GLI ARTICOLI

Lo sapevate che?

In base alle recenti previsioni dell’Istat, entro 10 anni un numero crescente di Comuni andrà incontro a un calo demografico. Tuttavia, il calo sarà più intenso per i Comuni delle zone rurali (-6%) e delle aree interne (-9,6%). Il calo demografico investirà soprattutto le aree del Mezzogiorno dove ci saranno saldi negativi di rilevo (prossimi al -5%) anche nelle aree urbane.

Iscriviti alla nostra newsletter

Leggi l’informativa completa per sapere come trattiamo i tuoi dati. Puoi cambiare idea quando vuoi: ogni newsletter che riceverai avrà al suo interno il link per disiscriverti.

Sostieni neodemos

Scopri perché è importante sostenerere Neodemos

Chi siamo

Neodemos è un foro indipendente di osservazione, analisi e proposta la cui finalità consiste nell’illustrare il significato delle tendenze in atto, di interpretarne le conseguenze di breve e di lungo periodo, di suggerire interventi e politiche.