• Italia

      • geodemos

      • mondo

      • migrazioni e stranieri

      • famiglie fecondità e welfare

      • anziani, salute e mortalità

      • giovani, istruzione e lavoro

      • Geodemografia 2019. Quindici scritti per meglio comprendere il mondo

      • I suoi primi quarant’anni. L’aborto ai tempi della 194

      • Verso la metà del secolo: un’Italia più piccola?

      • “L’Ospite inatteso” il nuovo e-book di Neodemos

      • I tre giganti, Cina India e Stati Uniti

      • tutte le pubblicazioni

Covid-19 e mortalità nelle province italiane

Gian Carlo Blangiardo
mortalità nelle province italiane

L’epidemia di coronavirus, non ancora conclusa, avrà un rilevante effetto sul bilancio demografico del Paese. Per il 2020, Gian Carlo Blangiardo stima possibile un surplus di decessi compreso tra il 7 e il 14% rispetto al normale, concentrato nelle province del nord-ovest. In una ventina di province, quasi tutte nel nord, si annullerebbero i progressi (continua...)

Europa, agricoltura e immigrazione

Massimo Livi Bacci
immigrazione nelle aree rurali

In Europa, l’immigrazione nelle aree rurali e la presenza di immigrati nell’agricoltura è modesta, anche se in crescita in alcuni paesi, tra i quali l’Italia. Ma nel lungo periodo, come osserva Massimo Livi Bacci, potrebbe rappresentare un solido sostegno per rivitalizzare aree che si stanno spopolando e contrastare il loro depauperamento economico, culturale e paesaggistico. (continua...)

Le unioni civili omosessuali in Italia. Un bilancio 2016-18

Maria Castiglioni, Gianpiero Dalla Zuanna

Quattro anni dopo la legge sulle Unioni civili omosessuali, Maria Castiglioni e Gianpiero Dalla Zuanna rilevano che il loro numero è stato assai meno numeroso rispetto alle attese, pur scontando il fatto che tali coppie sono relativamente poche. Le unioni civili fra uomini sono il doppio di quelle fra donne, dato che i gay sono (continua...)

“L’Ospite inatteso” il nuovo e-book di Neodemos

Neodemos

“L’Ospite inatteso” è l’e-book che oggi Neodemos offre ai lettori e che raccoglie e sistema i contributi pubblicati sull’epidemia Covid-19, dal suo inizio a oggi. I temi discussi sono vari, dai modelli statistici, alle modalità di diffusione del contagio, alle conseguenze di natura  sociale, demografica e economica dell’epidemia. Questi brevi interventi sono stati scritti mentre (continua...)

Family Act e piano Colao: le politiche familiari per la rinascita del paese

Alessandro Rosina

Dopo il crollo continuo delle nascite nello scorso decennio, quello appena iniziato si è aperto con un’emergenza sanitaria che rischia di deprimere ulteriormente le scelte riproduttive. A partire dai contenuti del “Piano Colao” e dal “Family Act”, Alessandro Rosina sviluppa alcune considerazioni sull’approccio necessario per politiche familiari efficaci. La demografia italiana, come ben noto, è (continua...)

La mortalità durante la pandemia di COVID-19 nei Sistemi Locali del Lavoro

Corrado Bonifazi, Daniele De Rocchi, Frank Heins, Giacomo Panzeri

L’Istat ha messo a disposizione dati relativi alla mortalità in un ampio gruppo di comuni italiani per i primi mesi del 2000. In questa sede, un gruppo di ricercatori dell’IRPPS-CNR analizza l’andamento del fenomeno nei Sistemi locali del Lavoro, un tipo di aggregazione che presenta indubbi vantaggi rispetto alle tradizionali suddivisioni amministrative. Il quadro generale (continua...)

Status giuridico e permessi di lavoro: consumi degli immigrati e domanda aggregata del paese ospitante

Effrosyni Adamopoulou, Ezgi Kaya

A fronte delle restrizioni alle frontiere seguite allo scoppio della pandemia, vari paesi hanno considerato l’adozione di programmi di regolarizzazione per gli immigrati coinvolti nel settore agricolo o in quello dell’assistenza a domicilio. Effrosyni Adamopoulou e  Ezgi Kaya sfruttano l’allargamento dell’Unione europea nel 2007 come esperimento naturale per illustrare come regolarizzare gli immigrati clandestini (continua...)

Giovani italiani: quanto lontana è l’Europa

Enrico Di Pasquale, Chiara Tronchin

La condizione dei giovani italiani appare largamente deficitaria nel momento in cui la si confronta con quella dei loro coetanei degli altri paesi dell’Unione Europea. È la triste considerazione che emerge dai dati sull’istruzione e sull’occupazione. Ce ne parlano Enrico Di Pasquale e Chiara Tronchin. Laureati e abbandoni scolastici Già un anno fa avevamo messo (continua...)