• Italia

      • geodemos

      • mondo

      • migrazioni e stranieri

      • famiglie fecondità e welfare

      • anziani, salute e mortalità

      • giovani, istruzione e lavoro

      • Geodemografia 2019. Quindici scritti per meglio comprendere il mondo

      • I suoi primi quarant’anni. L’aborto ai tempi della 194

      • Verso la metà del secolo: un’Italia più piccola?

      • “L’Ospite inatteso” il nuovo e-book di Neodemos

      • I tre giganti, Cina India e Stati Uniti

      • tutte le pubblicazioni

Archivio Pillole
2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006

Buone Feste da Neodemos

La Redazione

Care Lettrici e cari Lettori, Neodemos prende un po’ di riposo, e ritornerà con nuove riflessioni ed articoli mercoledì 8 Gennaio. Il 2013 è stato un anno di proficuo lavoro: abbiamo pubblicato sul sito un centinaio di nuovi contributi, sono cresciuti i nuovi lettori e nello scorso Novembre il numero di visite ha superato il (continua...)

Un futuro senza figli?

Gianpiero Dalla Zuanna

Negli ultimi anni in Italia molte coppie hanno rinunciato ad avere un bambino a causa della crisi economica. Alcuni dati appena pubblicati dall’Istat sono inequivocabili (figura 1). Nel 2007 il tasso di disoccupazione raggiunse il livello minimo del nuovo secolo (6%), e l’anno dopo le nascite raggiunsero il livello massimo (580 mila). Nel 2012, dopo (continua...)

Demografia e salute: è sostenibile il SSN? Neodemos, con le fondazioni Cesifin e Stensen, alla ricerca di una risposta lo scorso 19 Novembre

La Redazione

Potremmo così sintetizzare la risposta emersa dall’incontro: il Sistema Sanitario Nazionale è sostenibile…ma con una serie di radicali adattamenti e riforme che conservandone i principi di equità e accessibilità, ne migliorino l’efficienza contrastando l’onerosità crescente dovuta anche a motivi demografici. In Italia, come in altri paesi  avanzati, si vive a lungo; la speranza di vita, (continua...)

In Memoriam

La Redazione

Gli oltre trecentocinquanta migranti morti a poche centinaia di metri da Lampedusa, all’alba del 3 ottobre, nel naufragio del barcone che li trasportava dalla Libia, impongono all’Italia e all’Europa di andare oltre la retorica del cordoglio, guardando in faccia i fatti e predisponendo azioni concrete. Neodemos segnala 10 punti essenziali per evitare equivoci, doppiezze e (continua...)

LA QUESTIONE CATALANA: le tentazioni e i rischi dell’indipendenza

Claudia Cucchiarato, Angelo Attanasio

A Barcellona, anche quest’anno, l’11 settembre (Festa Nazionale della Catalogna, in cui si commemora la caduta della città e l’annessione della regione al regno spagnolo, nel 1714) centinaia di migliaia di persone sono scese in strada, avvolte in bandiere stellate (la estelada), per chiedere l’indipendenza della Catalogna. Per quest’anno l’attivissima “Assemblea Nacional”, ANC, ha organizzato (continua...)

Stranieri e mercato del lavoro

Paolo Emilio Cardone, Oliviero Casacchia

I cittadini stranieri rappresentano ormai una componente molto rilevante del mercato del lavoro italiano (oltre il 10%), ma il processo di integrazione è lento e difficoltoso, e gli stranieri sono spesso confinati in comparti e  posizioni a bassa qualifica, sia nei servizi sia nell’industria. Chi fa i lavori più umili? Ce lo confermano i dati (continua...)

Una lettura per le vacanze! “I tre giganti. Cina, India e Stati Uniti” Un nuovo e-book di Neodemos

La Redazione

In sei anni e mezzo di vita, Neodemos ha ospitato quasi 600 contributi, su una grande varietà di temi. Abbiamo, certo, privilegiato temi legati alla popolazione, alla società e alle politiche sociali del nostro Paese. L’Italia, però, è una componente sempre più piccola di un mondo che ha triplicato la propria popolazione dalla metà del (continua...)

11 Luglio: World Population Day

Silvana Salvini

Nell’ambito dell’Anno Mondiale della Statistica, l’11 luglio è proclamata la Giornata Mondiale della Popolazione, dedicata quest’anno alle gravidanze adolescenziali. Nel sito dell’UNFPA (United Nations Population Fund), che promuove la Giornata, si afferma, in particolare, che tale tema è stato scelto "in the hopes of delivering a world where every pregnancy is wanted, every childbirth is (continua...)

2012: anno di crisi (e non solo economica)

Gian Carlo Blangiardo

Nel corso del 2012 la dinamica della popolazione italiana sembra aver significativamente risentito dei venti di crisi. Secondo il bilancio anagrafico presentato in questi giorni dall’Istat, la crescita dei residenti è stata di 291 mila unità (+0,5 per 100) ma è avvenuta esclusivamente grazie al contributo della componente straniera, il cui apporto netto ha largamente (continua...)

“Oltre la crisi: riforme per il governo delle migrazioni”: un documento, ed un appello, di Fieri, Ismu e Neodemos

La Redazione

Le difficoltà economiche del mondo ricco, che dopo sei anni dall’inizio della crisi non sono ancora risolte, hanno notevolmente indebolito l’attrazione dell’Europa e del Nord America sui flussi migratori. L’immigrazione netta dal Messico verso gli Stati Uniti si è ridotta a zero dopo il 2007. In Spagna, i rientri degli immigrati verso i paesi di (continua...)

11 miliardi sul pianeta e l’incerto destino dell’Africa

Alessandro Rosina

Le Nazioni Unite hanno pubblicato il 13 giugno scorso le nuove previsioni sulla popolazione mondiale (World Population Prospects: The 2012 Revision). L’aspetto che maggiormente ha colpito i media è la correzione al rialzo rispetto all’edizione precedente  (da 10,1 a 10,9 miliardi) del numero di abitanti del pianeta a fine secolo. Molti osservatori non esperti si (continua...)

Il miraggio della ripresa della fecondità in Italia

Margaret Antonicelli

La bassa fecondità in Italia perdura senza interruzioni ormai da molti anni: dalla seconda metà degli anni ’70. Dopo 35 anni di fecondità insufficiente al rimpiazzo delle generazioni (anzi, largamente inferiore a tale livello, pari a poco più di 2 figli per donna), speranzosamente si cerca in ogni piccolo incremento della serie storica (che era (continua...)

Differenze di genere sui banchi di scuola

Stefano Molina

Differenze di genere alle prove di lettura e comprensione di testi scritti Le ragazze leggono di più e meglio dei ragazzi. E’ questo un punto abbastanza fermo che emerge, a tutti i gradi della carriera scolastica, da numerose ricerche internazionali. Curiosamente, in Italia questo risultato si manifesta in modo meno netto. I risultati dell’indagine PIRLS (continua...)

Il voto degli insoddisfatti

Gianluca Mazzarella, Leonardo Piccione

I risultati delle ultime elezioni hanno sorpreso molti osservatori, anche perché, come avviene  ormai da alcuni anni, le previsioni basate sui sondaggi non sono andate molto vicine al vero. Le analisi successive, come sempre avviene in questi casi, sono state intense, e hanno considerando anche aspetti demografici, come ad esempio il voto dei giovani (v., (continua...)

Sulla “fuga dei cervelli”: un commento

Paolo Balduzzi

Massimo Livi Bacci lancia una giusta provocazione contro la retorica della “fuga dei cervelli” . Credo che il suo intervento centri perfettamente alcuni obiettivi ma non affronti adeguatamente altri aspetti del problema. Questa brevissima nota ha il solo scopo di mantenere acceso il dibattito sul tema, offrendo ulteriori punti di vista. Innanzitutto, è vero che (continua...)

Sul significato dell’essere giovani e disoccupati in Italia

Alessandro Rosina

Che i giovani siano sempre di meno lo abbiamo detto e documentato molte volte in questo sito, ragionando anche su cause e implicazioni (si veda anche l’ebook per un italia che riparta dai giovani: analisi e politiche. E una conversazione con Fabrizio Saccomanni ). Datagiovani è tornata in questi giorni sull’argomento confermando quanto ampiamente noto, ma (continua...)