MENUMENU
  • i nostri esperti
  • temi trattati
      • Italia

      • geodemos

      • mondo

      • migrazioni e stranieri

      • famiglie fecondità e welfare

      • anziani, salute e mortalità

      • giovani, istruzione e lavoro

  • pubblicazioni
      • Geodemografia 2018. Tredici scritti per meglio comprendere il mondo

      • I suoi primi quarant’anni. L’aborto ai tempi della 194

      • Verso la metà del secolo: un’Italia più piccola?

      • ius soli e ius culturae. Un dibattito sulla cittadinanza dei giovani migranti

      • I tre giganti, Cina India e Stati Uniti

      • tutte le pubblicazioni

70 milioni di francesi nel 2050?

Francesco Billari
La Francia avrà 70 milioni di abitanti nel 2050, se le attuali tendenze demografiche continueranno. Questo lo scenario centrale delineato dall’INSEE (l’istituto centrale di statistica francese) per l’evoluzione della popolazione transalpina nei decenni a venire. Si tratta di un aumento di 9,3 milioni rispetto al dato disponibile per il 2005. Malgrado questo aumento, anche in Francia l’invecchiamento della popolazione sarà inevitabile, seppur più lento ed a livelli inferiori rispetto ad altri paesi europei. Nello scenario centrale, la percentuale di ultrasessantacinquenni salirebbe dal 16,4% del 2005 al 26,2% del 2050.

L’aumento della popolazione sarebbe principalmente dovuto alla combinazione di due fattori. La fecondità: un numero medio di figli per donna previsto in media pari a 1,9 per il periodo di riferimento, vicino dunque alla soglia che assicura la riproduzione delle generazioni (si tratta della media del periodo 2000-2005). L’immigrazione: ogni anno la differenza tra immigrati ed emigrati è prevista pari a 100000 persone. In minor misura, anche l’allungamento della durata della vita dovrebbe contribuire; l’ipotesi centrale conduce ad una speranza di vita alla nascita per le donne pari a 89 anni nel 2050.

Anche le previsioni demografiche sono incerte. In particolare, variazioni della fecondità potrebbero cambiare la traiettoria: la popolazione francese al 2050 potrebbe infatti essere di 66 milioni se la fecondità si abbassasse, di 74 milioni se la fecondità aumentasse. In ogni caso, l’aumento della popolazione appare scontato per un paese che, un tempo, riteneva la scarsa crescita demografica un problema da risolvere. Da questo punto di vista, il problema si può dire risolto.
Per le previsioni della popolazione francese 2005-2050 si veda

il sito dell’INSEE:

Versione inglese: http://www.insee.fr/en/ppp/ir/accueil.asp?page=projpop0550/accueil.htm

e il sito dell’INED:
Versione francese:

http://www.ined.fr/fr/ressources_documentation/publications/pop_soc/bdd/publication/1221/

Versione inglese:
Versione inglese:

image_pdfimage_print